Mostra Fotografica

dal 19 al 24 SETTEMBRE 2018 

LOVE, LOSS AND LAUGHTER    AMORE, PERDITA E RISATE

MOSTRA FOTOGRAFICA di Cathy Greenblat

presso

MO.CA – CENTRO PER LE NUOVE CULTURE

via Moretto 78, Brescia ex Tribunale

“Questa straordinaria raccolta di fotografie e commenti crea una prospettiva che apre gli occhi sulle persone con la malattia di Alzheimer – ancora umane, ancora amate e ancora capaci di gioia. Ispirerà chiunque che è stato toccato dal morbo di Alzheimer”. 

(Harvey Fineberg, presidente dell’Istituto di medicina, National Academy of Sciences)


Leggi tutto “Mostra Fotografica”

Servizi per i soci

Sono disponibili solo per i soci ordinari iscritti i seguenti servizi:

  • orientamento legale ( sospeso nel periodo estivo)
  • ascolto psicologico individuale o di gruppo ( previo appuntamento, fra le 18:00 e le 19:30 il martedì ogni 15gg ) presso la sede di via Ducco 20 Brescia

Letture

Partial View

“Visione Parziale” lasciatoci dal professore americano Cary Smith Henderson, malato di Alzheimer: amore, dolore, collera, frustrazione, ma anche sprazzi di consapevolezza e perfino gioia, progettualità, dignità di Persona.

Cos’è l’Alzheimer Cafè

Fondato a Leiden (NL) nel 1997 grazie alla felice intuizione dello psico-geriatra Bére Miesen l’Alzheimer Café nei Paesi Bassi è oggi diffuso in modo capillare (se ne contano oltre 160, sette nella sola Amsterdam).

L’Alzheimer Café non è un servizio socio-assistenziale, ma, nella concezione e negli obiettivi originari del Dr. Bére Miesen (tuttora applicati sistematicamente), è un ambiente sicuro, accogliente e piacevole per le persone con demenza e le loro famiglie, amici o vicini – in presenza di volontari dell’Associazione Alzheimer e di operatori socio-sanitari qualificati (psicologi, medici, terapisti occupazionali, educatori professionali, fisioterapisti, avvocati, architetti, infermieri, musicisti…) – dove i familiari e gli stessi malati, insieme, si trovano una volta al mese.

Leggi tutto “Cos’è l’Alzheimer Cafè”

il primo “Alzheimer Café” pubblico di Brescia

Nell’ambito dei servizi che sta sviluppando per promuovere l’emancipazione delle persone affette da demenza e delle famiglie, e per impedire loro di rimanere isolate, l’Associazione Alzheimer nel 2010 ha testato, con la Fondazione Brescia Solidale, il primo “Alzheimer Café” pubblico di Brescia con l’intenzione di offrire a malati e familiari un’occasione di normalità: l’idea del Café, poco conosciuta e solo in apparenza bizzarra, ha basi scientifiche e un’esperienza consolidata che l’Associazione Alzheimer è andata a studiare in Olanda partecipando a numerosi Alzheimer Cafés di cui ha potuto verificare il metodo acquisito nella teoria e respirarne l’atmosfera.

L’impegnativa organizzazione è stata affrontata fin da subito con la collaborazione di realtà che hanno maturato esperienze professionali ed umane nella cura dei malati di demenza.

Un primo supporto è giunto dal Dr. Guerrini e dalla Fondazione Brescia Solidale, che all’Arvedi gestisce da molti anni un Nucleo Alzheimer e che ha messo a disposizione le competenze di operatori di diversa professionalità nella sede del Centro Diurno “Achille Papa”, via Santellone 2, Brescia, ove gli incontri con malati e familiari si svolgono il terzo sabato di ogni mese dalle 15,00 alle 17,30.

 

Cos’è la malattia di Alzheimer

L’Alzheimer è una malattia degenerativa altamente invalidante che causa il progressivo declino della memoria, delle funzioni intellettive, della personalità e della vita di relazione di chi ne soffre.

Non ha confini sociali, economici, etnici e geografici, e coinvolge non solo il malato ma anche chi lo accudisce, troppo spesso lasciato solo ad affrontare il doloroso percorso della malattia.

Finalità dell’associazione

L’Alzheimer è una malattia degenerativa altamente invalidante che causa il progressivo declino della memoria, delle funzioni intellettive, della personalità e della vita di relazione di chi ne soffre.

Non ha confini sociali, economici, etnici e geografici, e coinvolge non solo il malato ma anche chi lo accudisce, troppo spesso lasciato solo ad affrontare il doloroso percorso della malattia.

L’Associazione Alzheimer Brescia “Antonia Biosa”, associata alla Federazione Alzheimer Italia e iscritta al Registro Regionale del Volontariato, è nata a Brescia nel giugno 2009 con finalità di solidarietà sociale e la missione di migliorare la qualità della vita dei malati di Alzheimer e delle famiglie che se ne prendono cura, fornendo loro assistenza e sostegno e proponendosi di tutelarne i diritti. Si prefigge inoltre di informare e sensibilizzare l’opinione pubblica e le Istituzioni ai valori di rispetto e di dignità verso chi ne è colpito.